articoli

Lorenzo Piolini: Finisher DAKAR RALLY 2022

Diario di bordo dell’avventura

“L’incredibile esperienza Dakariana non è stata solo la realizzazione del sogno , è stata ancora più bella di quanto l’avessi sognata.”


Così ci racconta felice il Pilota Milanese che, nonostante i limiti fisici dovuti ad un intervento alla clavicola un mese prima della partenza, è riuscito a portare a termine con tenacia e determinazione il Rally più duro ed affascinante del mondo.


Durante le tre settimane intensamente vissute in Arabia Saudita l’aver vinto la sfida, con la sua KTM Rally Replica, è stato professionalmente importante ma l’esperienza Dakariana ha rappresentato per Lorenzo un importante passo della sua vita di giovane uomo.
Tanti sono stati i momenti in cui passione, amicizia, condivisione, emozioni non hanno lasciato spazio a competitività ed antagonismi…

Questi valori sono stati l’essenza della Dakar che Lorenzo ha amato sopra ogni cosa e… questo fuoco non si spegnerà!


DAKAR RALLY 2022 STAGE 11: BISHA – BISHA _ LIAISON > 155 KM – SPECIAL > 346 KM _ LORENZO PIOLINI AFFRONTA LA SPECIALE PIU’ IMPEGNATIVA FINENDO SENZA ACQUA NEL RADIATORE MA RISOLVE E ARRIVA INCREDIBILMENTE A FINE TAPPA 111° POSIZIONE DOMANI STAGE 12: BISHA – JEDDAH_ LIASON > 516 KM – SPECIAL > 164 KM

Oggi non solo sarebbe stata la speciale più difficile di questa Dakar, e infatti lo è stata, ma altre sorprese aspettavano Lorenzo… Ben 350 km di grandi dune e 50 km di brutale ‘’fesh fesh’’ e appunto come se non bastasse la difficoltà tecnica rappresentata da questa trappola simile a
‘’sabbie mobili di colla’’, la moto ad un certo punto trovandosi sotto sforzo dopo continui limitatori per uscire dai continui potenziali insabbiamenti, ha iniziato a cedere e a perdere potenza pesantemente, tantoché ad un certo punto è apparso davanti ai suoi occhi un albero di Natale di spie della strumentazione che evidenziavano tutti i guasti segnalabili: acqua, iniezione di tutto e di più: ‘’ Non sapevo che c***o fare e alla fine dopo 50 km in questa situazione mi sono confrontato con Tiziano e abbiamo deciso di controllare il livello dell’acqua nel radiatore scoprendo che stavo procedendo da diverse decine di chilometri senza acqua..’’ Il motore avrebbe già dovuto essere andato, ma così non è stato fortunatamente e soprattutto incredibilmente (fatto che non ha trovato una spiegazione scientifica…) ‘’A quel punto mi sono tolto il Camel back e ho riempito il radiatore e ho fatto i 120 km di fine speciale più brutti della mia vita… pensando che il motore potesse esplodere da un momento all’altro ma la Rally è un toro ed ha resistito e sono uscito ad arrivare fino a speciale! ‘’

Dunque, Lorenzo mentalmente devastato a livello di tensione e nervi: ‘’Vi lascio immaginare il morale durante quei chilometri pensando costantemente che il motore si potesse bruciare… è stata senza alcun dubbio la speciale più brutta e più difficile della mia vita non avevo davvero speranza di arrivare al bivacco ma ce l’ho fatta anche a questo giro, e posso dire miracolosamente!’’ Arrivato al bivacco l’assistenza ha prontamente sostituito il radiatore e relativi comparti interessati dal guasto, adesso la Dama bianca è pronta a ripartire.

Domani il tanto aspettato ultimo Stage, dovremmo esserci, dal brief sembrerebbe una speciale abbastanza corta, circa 160 km ma ben 500 km di trasferimento, che dire… non certo quello che sognano i piloti la notte, si prevedono anche non piacevoli precipitazioni, ma insomma siamo in dirittura di arrivo quindi il morale si solleva scorgendo la luce in fondo al tunnel.

Forza Lorenzo tieni duro la fine di questa incredibile ma estenuante avventura è vicina!!


DAKAR RALLY 2022 STAGE 10: WADI AD DAWASIR – BISHA_ LIAISON > 384 KM – SPECIAL > 375 KM _ LORENZO PIOLINI ENTUSIASTA PORTA A TERMINE UNA DELLE SPECIALI PIU’ BELLE DI QUESTA EDIZIONE NONOSTANTE POLVERE E AUTO DA SCHIVARE 110° POSIZIONE DOMANI STAGE 11: BISHA – BISHA _ LIAISON > 155 KM – SPECIAL > 346 KM

Tappa odierna, impegnativa ma stupenda, ci viene descritta come una delle più belle probabilmente. Composta da pistoni di sabbia veloci come quelli che piacciono tanto a Lorenzo.
Finalmente un po’ di Africa in quanto a stile di percorrenza veloce e lunghezza delle sezioni, Questo per i primi 200 km gli altri 200 finali invece una ‘’speciale di montagna’’

ma senza passaggi tralistici, quindi scorrevole e non particolarmente impegnativa
C’è stato solo il problema della polvere, verso la fine sono stati raggiunti dalle macchine che oltre a scavare canali di mezzo metro hanno sollevato molta polvere e all’interno dei canyon non permaneva per diversi minuti costringendo i piloti a fermarsi, stando ben attenti tra l’altro a non farsi investire poiché lo spazio era poco e ben stretto.
Quindi momenti positivi alternati a momenti meno entusiasmanti e rischiosi e tutt’altro che semplici…ma Lorenzo è felice dell’avanzamento di tappa giusto e costante il posizionamento in classifica, la moto nonostante i migliaia di chilometri percorsi in questi 11 giorni (Prologo + 10 Stage) perarltro in condizioni estreme sembra reggere alla grande al momento.
Dunque, tappa 10 in tasca, ne mancano due al traguardo ma si vocifera che quella di domani sarà la speciale più difficile di questa Dakar ma ci proveremo in ogni modo dichiara Lorenzo.
L’alleanza con Internò continua: ‘’Abbiamo fatto tutta la speciale praticamente affiancati, perché ieri essendo arrivati insieme, ci hanno fatto ripartire contemporaneamente, il risultato è che ci siamo divertiti il doppio e la speciale è passata molto più velocemente nonostante appunto fosse bella lunga e stancante’’
La tensione per la reputazione dello Stage 11 di domani terrà la testa dei piloti impegnata anche durante la manciata di ore di ‘’sonno’’ che li divide dalla partenza… stiamo a vedere!


DAKAR RALLY 2022 STAGE 9: WADI AD DAWASIR – WADI AD DAWASIR LIAISON > 204 KM – SPECIAL > 287 KM
LORENZO PIOLINI SOLLEVATO PSICOLOGICAMENTE DALLA CONDIVISIONE DI TAPPA CON INTERNO’ 103° POSIZIONE
DOMANI STAGE 10: WADI AD DAWASIR – BISHA
LIAISON > 384 KM – SPECIAL > 375 KM

La speciale odierna la nona, ebbene si, siamo arrivati fino a qui quest’anno .. viene descritta dal nostro Lorenzo come breve (si fa per dire) ma intensa!
Tappa prevalentemente trialistica che ha messo a dura prova l’intervento alla clavicola recentemente subito. Fortunatamente l’equipe medica ed i fisioterapisti messi a disposizione dalla Dakar stanno dando un prezioso contributo per controllare e agevolare la situazione di ‘’recupero’’ quotidiano.

Lorenzo è molto felice di aver superato la 9° tappa, la sua KTM 450 Rally Replica continua a dargli grande soddisfazione sostenendolo in questa sfida. Racconta con entusiasmo a proposito della nascita della

“Sacra alleanza Longobarda” come la definiscono lui e l’amico Tiziano Internò (i due giovani piloti hanno condiviso l’esperienza di “Rookie” nella scorsa edizione della Dakar 2021) nella quale ognuno mette a disposizione dell’altro le proprie esperienze pregresse, competenze e punti di forza (Lorenzo per le Dune e Tiziano per il” trial”) per il raggiungimento di un obiettivo comune che rafforza la mente, arricchisce lo spirito e rende indelebile l’esperienza dakariana e le performance individuali ad un livello superiore.
Questo è il vero spirito della Dakar che, soprattutto nelle avversità, fa emergere valori importantissimi come l’amicizia e soprattutto la condivisione.

A proposito di amici Lorenzo e Tiziano a fine speciale si sono incontrati con Maurizio Gerini e Laila Sainz con i quali si sono piacevolmente intrattenuti.. .. Come dice Lorenzo… cose che succedono solo alla Dakar! Posizione in classifica stabile, domani Stage 10 molto veloce e ingannevolmente semplice a prima vista… a detta dell’organizzazione di gara i piloti dovranno rimanere particolarmente concentrati per non cadere in tranelli di navigazione nella miriade di intersezioni che vengono preannunciati come illusori e confusionali tipici dei roadbook della Dakar Saudita.


DAKAR RALLY 2022 STAGE 8: AL DAWADIMI – WADI AD DAWASIR LIAISON > 435 KM – SPECIAL > 395 KM
LORENZO PIOLINI SUPERA CON SUCCESSO UNA MOLTITUDINE DI DUNE VERTIGINOSE 109° POSIZIONE
DOMANI STAGE 9: WADI AD DAWASIR – WADI AD DAWASIR LIAISON > 204 KM – SPECIAL > 287 KM

Ottava tappa di 840 km totali come di consueto belli impegnativi, di cui 250 km di sole dune! Dune, dune e…ancora dune! Un vero e proprio oceano, non solo nel senso dell’infinita quantità numerica che si stagliava all’orizzonte, nel senso che erano più simili a giganti tsunami che sembravano voler inghiottire il nostro pilota come onde anomale da risalire e discendere senza sosta per ore e ore…

Queste enormi formazioni sabbiose di categoria T2 e T3 sono state probabilmente le piu grosse mai viste alla Dakar.. altri piloti confermano questa versione.
‘’È stata abbastanza dura nonostante siano il mio terreno favorito… sembravano non finire più tantoché’ oggi stato un sollievo arrivare alla fine della speciale’’

Tutto bene nei successivi 200 km finali di sassi e rocce difficilmente sopportabili, a dir poco intensi. ‘’Oggi a livello di sensazioni è stata un sollievo generale, anche perché ieri non è stato facile essendo la giornata post-giorno di riposo risalire in moto è stato abbastanza traumatico, dunque decisamente molto molto meglio fisicamente grazie soprattutto alla fisioterapia, ragazzi qua sono fantastici!!’’

Dopo gli ultimi check alla moto Lorenzo va a riposarsi, si prepara mentalmente e fisicamente per il 9° Stage, ripassando a mente le informazioni del Brief fornito puntualmente dall’organizzazione.


DAKAR RALLY 2022 STAGE 7: RIYADH – AL DAWADIMI_LIAISON >299 KM – SPECIAL >402 KM LORENZO PIOLINI ALL’OTTAVO GIORNO DI GARA COMINCIA AD ACCUSARE L’HANDICAP DELLA SUA CLAVICOLA DA POCO OPERATA 109° POSIZIONE
DOMANI STAGE 8: AL DAWADIMI – WADI AD DAWASIR_LIAISON >435 KM – SPECIAL >395 KM

Tappa veramente tosta quella di oggi, più di 700 km in totale, tra trasferimento e tappa.
La diversità del terreno lo ha reso, a detta di Lorenzo, lo Stage più completo, i 404 km di speciale di cui 300 km di erba chameau alternati ogni tanto da canyon profondi e un’infinità di sassi, di tutto insomma… ah e ovviamente tanta navigazione.
‘’Sembrava di guidare per 8h aggrappati ad un martello pneumatico.. un vero incubo’’ dichiara Lorenzo che ha dovuto addirittura fermarsi per la prima volta in 8 giorni per prendere un lieve antidolorifico con la placca in titanio che gli sostiene la clavicola ‘’in fiamme’’.
Rispetto agli altri giorni io e il mio gruppetto di affezionati italiani ci siamo divisi.
Ore di navigazione da solo dunque, circondato da paesaggi mozzafiato che non sembravano appartenere a questo pianeta, tutto molto bello ma decisamente alienante…
Questo succede dopo il giro di boa, quando la classifica si stabilizza e la densità di piloti si diluisce e i sorpassi sono sempre meno.
Subentra quindi la ‘’strategia’’ personale di ognuno e la mia è stata quella di mantenere il mio ritmo senza strafare o prendere rischi.
La temperatura è cambiata per fortuna fa’ meno freddo rispetto agli altri giorni, la sera solo felpa e per il trasferimento senza guscio antivento.
Li aspettano i prossimi due Stage a detta di Lorenzo molto tecnici e difficili, come fossero una sorta di selezione finale prima dei giorni decisivi.
‘’Adesso vado a cercare di farmi fare un massaggio alla spalla per l’infiammazione, ne ho bisogno più di ogni altra cosa al momento… a domani per i prossimi aggiornamenti !’’.


DAKAR RALLY 2022 STAGE 6: RIYADH – RIYADH_LIAISON >216 KM – SPECIAL >404 KM LORENZO PIOLINI ARRIVATO CON GIOIA AL GIORNO DI RIPOSO
GARA INTERROTTA PER PESSIME CONDIZIONI DEL FONDO 109° POSIZIONE DOMANI REST DAY A RIYADH

Finalmente la tappa di riposo, Piolini arriva dunque al giro di boa, a metà di questa Dakar.
Dice di sentirsi bene ed è soddisfatto e sollevato mentalmente, questo punto è già un traguardo per lui. Oggi hanno annullato circa 300 km di speciale a causa delle pessime condizioni del fondo sabbioso con profondi canali generati dai veicoli a 4 ruote, a detta dell’organizzazione troppo pericolosi, mentre invece i settori più duri di pietraie sono stati confermati come percorribili. Dunque tra i chilometri affrontati una sezione super impegnativa ha lasciato il segno su tutti i piloti impegnati nello stage odierno, 10 km di puro trial, con dei passaggi veramente estremi dove Lorenzo ha dovuto dare il massimo non tanto in termini di sforzo fisico quanto di concentrazione tecnica nel scegliere la giusta via: ‘’ E’ andata molto bene, sono orgoglioso del livello di preparazione raggiunto, l’allenamento in enduro con Oscar Polli di quest’anno è servito, ho concluso la parte trialistica senza mai neanche appoggiare la moto e di questo ne sono fiero !
E sono veramente entusiasta di esserci riuscito con l’handicap della clavicola ‘’al titanio’’ che mi faceva sentire come fossi di cristallo in quelle difficili fasi della speciale odierna; Devo dire che la nuova moto mi sta dando grandi soddisfazioni e io la sto trattando con il rispetto che merita, siamo a metà gara e la strada è ancora lunga per entrambi..’’
Ora Lorenzo va a letto nella sua con il ghiaccio per raffreddare le infiammazioni e che domani si godrà il meritato giorno di riposo, per la prima volta, che fantastica novità!


DAKAR RALLY 2022 STAGE 5: RIYADH – RIYADH _LIAISON >346 KM – SPECIAL >214 KM PIOLINI SOLLEVATO DI AVER CONCLUSO LA FATIDICA TAPPA 5
GARA FERMATA PER TEMPESTA DI SABBIA 123° POSIZIONE
DOMANI STAGE 6: RIYADH – RIYADH_LIAISON >216 KM – SPECIAL >404 KM

Il fantasma della 5 tappa è stato esorcizzato per Lorenzo Piolini!
Si dice profondamente sollevato di aver portato a termine anche questa quinta giornata di gara. ‘’Devo dire che tra ieri sera e stamattina moralmente ero abbastanza giù… l’idea di rivivere la fatidica tappa 5 mi ha fatto uno strano effetto soprattutto perché eravamo partiti proprio da Riyhadh Quindi il territorio era lo stesso e la stessa maledetta polvere’’ (quella che lo ha fatto scontrare a sorpresa contro una grossa roccia mentre superava un pilota in uno ued).
Una serie di brutti ricordi insomma lo facevano sentire abbastanza teso…
Invece contrariamente alle prospettive ombrose è andato tutto liscio, affrontando questa speciale ricca di passaggi abbastanza ‘’impestati’’di cui 10 km definiti addirittura ‘’trialistici’’.
Ha fatto gruppo anche oggi per i primi 170 km con i Winkler e Internò procedendo concentrati e compatti (ammette di essersi anche divertito) tanto che è incredibilmente riuscito a fare quei
10 km trialistici con i passaggi molto impegnativi nonostante la clavicola abbastanza dolorante. Sono arrivati tutti insieme alla prima neutralizzazione dove però l’organizzazione di gara
gli ha comunicato che la speciale a causa di una tempesta di sabbia era stata sospesa
poichè gli elicotteri non potevano volare in sicurezza e che di conseguenza non
sarebbero stati in sicurezza nemmeno i piloti.
‘’Sono contento di aver concluso lo Stage 5, ora sono mentalmente più tranquillo, anche se ovviamente da domani sarà sempre più tosta la situazione…’’
Adesso il prossimo obbiettivo è arrivare al giorno di riposo!


DAKAR RALLY 2022 STAGE 4: AL QAISUMAH – RIYADH_LIAISON >242 KM – SPECIAL >465 KM LORENZO PIOLINI AFFRONTA SENZA PROBLEMI LA TAPPA PIU’ LUNGA DI QUESTA EDIZIONE 110° POSIZIONE DOMANI STAGE 5: RIYADH – RIYADH _LIAISON >346 KM – SPECIAL >214 KM

Lorenzo porta a termine senza problemi anche la tappa più lunga di questa edizione Dakar
La gioia nel sentirlo raccontare che anche la quarta tappa è passata, e alla grande ci sentiamo di dire. Speciale lunghissima che però non vuol dire necessariamente la più impegnativa,
fondo prevalentemente duro: pietre, ghiaione, vari crepacci e ancora sassi, pietraie (ahimè’ la clavicola l’ho sentita richiamarmi all’ordine) ma meno estreme e trialistiche dell’anno scorso.
Solo alcune enormi dune ma pochissime, ‘’dune hills’’ le chiamano… alternate da sezioni molto veloci (gli elicotteri di soccorso in volo sono stati veramente tanti).
Veramente tappa molto veloce ma il nostro pilota si è trattenuto e mantenendo il mio passo degli stage precedenti ‘’Sono andato via tranquillo senza prendermi troppi rischi’’.
Racconta di bellissimo passaggio di circa 5 km all’interno del letto di un fiume allagato (’’Ued’’ con acqua) è stata favolosa come sensazione ma comunque leggermente tosta come sezione.
‘’Ho fatto praticamente tutta la tappa con i due fantastici Winkler (padre e figlio) e altre parti con il mio amico Tiziano Internò, vivendo in prima persona le classiche scene da video sulle quali tutti noi sogniamo tutto l’anno, immersi in paesaggi degni dei film ambientati su Marte.
Bene dunque, fatta la quarta, si trova a 13.4 km (della 5°) al punto in cui l’esperienza dell’anno passato è volta al suo infausto epilogo, ma quest’anno sta affrontando ogni speciale con un’altra testa e un altro ritmo, senza pensare alla classifica o innervosendosi per eventuali penalità.
Forza, continua così Lorenzo!


DAKAR RALLY 2022 STAGE 3: AL QAISUMAH–AL QAISUMAH_LIAISON >381KM–SPECIAL >255KM LORENZO PIOLINI PROCEDE AUMENTANDO LEGGERMENTE IL RITMO 117° POSIZIONE
DOMANI STAGE 4: AL QAISUMAH – RIYADH_LIAISON >242KM – SPECIAL >465KM

Terza tappa portata a termine: ‘’Tutto procede molto bene’’ dice Lorenzo.
Speciale decisamente corta rispetto alle precedenti, composta completamente dalla sua adorata sabbia. Per questi motivi dichiara ‘’In realtà ho erroneamente sottovalutato la difficoltà di questo stage accelerando il passo con l’idea di finire per l’ora di pranzo e a metà strada mi sono un po’infastidito …Poiché la spalla ha cominciato a farmi male avendo aumentato il ritmo e li mi stavo un pelo innervosendo, ma poi alla fine tutto sotto controllo e i dolori sono stati sopportabili fino al termine, no cadute no insabbiamenti dunque tutto a posto.’’
La ricorderà come la Dakar dei trasferimenti folli e del freddo allucinante anche durante tutto lo stage, non solo al mattino come di consueto nel deserto. Tappa che a causa di allagamenti non è potuta essere tappa Marathon (ingenti rovesci).
Ma i lati positivi non sono mancati aggiunge: ‘’Essendo arrivato al bivacco presto mi sono addirittura … fatto una fantastica e rigenerante doccia!! ‘’
Inoltre ad un certo punto si sono trovati in una sorta di trenino con gli altri italiani, Stigliano Internò e Catanese (i suoi più vicini a livello affettivo) ed è stato fantastico. Parla di ricordo da incorniciare!
‘’La moto al contrario dell’anno scorso, mi sta dando grandi soddisfazioni, è decisamente più leggera e agile, simile ad una moto da cross…’’ (la moto precedente non era certo fresca e l’ultimo modello come questa e la tecnologia si sa fa passi da gigante in pochi anni).
Insomma che dire per Lorenzo … e anche la terza è andata! Ora tocca pensare a domani che sarà di gran lunga più impegnativa in termini di chilometraggio e sezioni miste.


DAKAR RALLY 2022 STAGE 2: HAIL – AL QAISUMAH_LIAISON >453 KM – SPECIAL >338 KM LORENZO PIOLINI SUPER TAPPA PER LUI QUELLA ODIERNA 111° POSIZIONE DOMANI STAGE 3: AL QAISUMAH – AL QAISUMAH_LIAISON >381KM – SPECIAL >255 KM

Oggi super tappa 340 km di sabbione puro senza interruzione a detta di Lorenzo 150 km di dune alte 300 mt tra profondi canali da nausea e sabbia pesante (causa recenti rovesci) ma che lo hanno gasato non poco .. ‘’questa è la Dakar che mi piace!’’. Mentre racconta ancora infreddolito dall’anomala rigida giornata trascorsa nel deserto (temperature sotto i 10°).

‘’Sono riuscito a tenere il mio ritmo senza problemi, mai caduto mai insabbiato né nulla del genere’’ dichiara con un tono decisamente entusiasta, nel rilasciare le impressioni di oggi
non menziona nemmeno la delicata questione ‘’clavicola’’ del recentissimo infortunio avvenuto nelle ultime fasi dell’allenamento tunisino.

Riguardo la moto, si dice super soddisfatto, si sta comportando veramente bene, sara’ anche che con un minimo di esperienza Lorenzo ha imparato a dosare le energie sue e a spingere meno sul gas memore di quanto successo nella scorsa edizione.
Giornata di gara dunque soddisfacente, mantiene una buona posizione nella classifica odierna 111° per l’appunto, Lorenzo e il suo team di assistenza Tecnosport Rally si preparano per la celeberrima tappa marathon, il 3° stage di domani in cui si prevedono tratti tecnici e insidiosi in cui è necessario preservare la moto il piu’ possibile non potendo beneficiare dell’assistenza al termine della speciale… in bocca al lupo Lorenzo!


Lorenzo Piolini DAKAR 2022 /STAGE 1 : rotto il ghiaccio con una giornata positiva.

L’impressione di questa prima giornata di gara è decisamente positiva e da’ speranza al pilota milanese, operato di recente alla clavicola sinistra,‘’nessun problema rilevante’’dichiara. Si parla tuttavia di un ‘’benvenuto alla Dakar’’ abbastanza tosto a detta sua: Tappa ricca e completa

quella di oggi: tanta sabbia, ma anche rocce, 20 km trialistici e 133 km decisamente impegnativi tra fesh fesh, rocce e erba chameau per Lorenzo Piolini che si ritiene soddisfatto di questa sua prima speciale che complessivamente ha coperto una distanza totale di 514 km.

‘’Tutto molto bene’’ Lorenzo si dice entusiasta di aver rotto il ghiaccio e che l’esperienza, seppur minima, (si trova al suo secondo appuntamento dakariano) sta dando i suoi frutti in merito alla lucidita’ e pazienza nelle decisioni da prendere e la velocita’ media di percorrenza;

Si dice per l’appunto soddisfatto di aver impostato fin da subito il giusto ritmo. Siamo partiti con il piede giusto, tutto ha funzionato a dovere, moto e strumentazione impeccabili. Dopo questa prima positiva giornata di gara che, si riparte con un buon piazzamento in classifica,

Lorenzo si prepara per il 2° stage di domani che sembra presentarsi molto impegnativo.


Lorenzo Piolini DAKAR 2022 /PROLOGO: dove tutto ha inizio….

Giá dalla prima giornata il Rally più estremo del mondo si fa riconoscere.

Il Pilota milanese dopo due giorni di estenuanti verifiche tecniche ed amministrative, parte da Jedda alle 3 del mattino, festeggia il  primo dell’anno affrontando i primi  200 km di trasferimento per raggiungere il Prologo. Brevi ma intensi questi 19 km impegnano ma divertono Lorenzo che si trova nel suo ambiente naturale : la sabbia .

Finito con successo il prologo viaggia con la sua KTM 450 Replica 2020 percorrendo gli altri 600 km che lo separano dal primo bivacco ad Hail per salire sul Podio di partenza.

Accolto dalla sua Equipe di Assistenza “Tecnosport “ e dal mitico meccanico Angelo Fumagalli, Lorenzo, nonostante il recentissimo intervento alla clavicola fratturata un mese prima della partenza, comincia a sentirsi coinvolto nel mondo Dakar e si prepara per il vero inizio del rally più duro ed affascinante del mondo. Domani lo aspettano 333 km di Prova Speciale per un totale di tappa di 514 km caratterizzati da sabbia e dune.